Cedro Mano di Buddha, un agrume unico nel suo genere

0
171
cedro mano di buddha

È riconosciuto come uno degli agrumi più particolari al mondo per la sua forma. Vivi Limone vi porta alla scoperta delle caratteristiche del famoso Cedro Mano di Buddha!

Si tratta di un agrume appartenente alla varietà di Citrus medica ed è diverso da tutti i tipi di limoni o cedri esistenti in natura. La sua caratteristica è ovviamente la particolare forma che ricorda una mano umana o due mani in posizione di preghiera e da qui si deduce infatti l’origine del suo nome.

Dal punto di vista botanico, il cedro Mano di Buddha è riconosciuto come una vera e propria deformazione genetica, in cui ogni spicchio del frutto si evolve in modo singolare e individuale, formando dei prolungamenti simili a delle dita e non permettendo così di avere il classico aspetto sferico.

ORIGINE E PARTICOLARITÀ

 mano di buddhaIl cedro Mano di Buddha è un frutto originario dell’Asia, più esattamente si diffonde in Cina, Giappone e India ed è presente soprattutto in regioni dal clima temperato. Cresce su piccoli alberi con lunghi rami coperti di spine e la sua maturazione avviene durante la stagione invernale.

Lo contraddistinguono le grandi foglie dalla forma ovale e le bellissime infiorescenze bianco violacee dal profumo molto intenso. Il frutto Mano di Buddha è quasi sempre privo di succo e semi, ha una buccia rugosa e molto spessa e a differenza degli altri agrumi la parte callosa interna di colore bianco non è amara, bensì molto dolce.

PROPRIETÀ E UTILIZZI

Ibenefici di questo particolare agrume sono molto sfruttati nella Medicina Tradizionale Cinese, che gli riconosce proprietà ideali per la cura delle vie respiratorie, dell’apparato cardiovascolare e del sistema immunitario. È un frutto molto ricco di vitamina C, vitamina E e quelle del gruppo B, ma anche di minerali come sodio, calcio e potassio.

Grazie al suo intenso profumo e alla dolcezza della parte interna, questo tipo di cedro viene ampiamente adoperato in cucina come condimento per numerose preparazioni, sia dolci che salate, ma soprattutto per la realizzazione di liquori. Inoltre, è molto apprezzata la sua buccia candita.

CURIOSITÀ

Nella CULTURA CINESE il cedro Mano di Buddha è considerato un portafortuna, simbolo di prosperità, fertilità e longevità, per tale motivo viene offerto in dono ai propri ospiti, ma anche posizionato in casa come segno di benedizione, fungendo allo stesso tempo da ottimo profumatore per gli ambienti.

Anche nella CULTURA GIAPPONESE è un simbolo di fortuna ed è spesso utilizzato per adornare la tavola al posto dei fiori o affiancato a statuette di natura religiosa. Inoltre è usanza tipica dei giapponesi regalare questo frutto a capodanno come augurio per il nuovo anno che si sta per iniziare.

Ti è piaciuto l’articolo? Segui la nostra pagina Facebook con un like. Ogni giorno scoprirai interessanti novità sull’utilizzo del limone!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi commenti!
Inserisci il tuo nome