Quando dici “granita al limone” dici Sicilia

0
441

La granita al limone è sinonimo di Sicilia e proprio questa specialità è uno dei simboli che identifica nel mondo questa meravigliosa regione.

Conosciamo la ricetta di una vera e propria eccellenza di questa terra, un dolce fresco e dissetante, che può essere realizzato anche in diversi e svariati gusti (fragola, caffè, cioccolato, mandorla, pistacchio, gelsi etc).

LA GRANITA DA GUSTARE OGNI MOMENTO 

Ideale per una fresca colazione o per uno spuntino gustoso, si accompagna alla brioche, anche questa tipicamente siciliana e immediatamente riconoscibile per il “tuppo” che ha al centro.

In estate la granita è una valida e rinfrescante alternativa al gelato e ai ghiaccioli, ma in Sicilia è consumata e apprezzata anche nei mesi invernali.

La sua particolare consistenza “granulosa” dovuta ai pezzetti di ghiaccio e la sua cremosità la rendono unica.

La Sicilia a casa tua

Seguendo una semplice e veloce ricetta è possibile gustarla non solo nei migliori bar Siciliani, ma anche a casa vostra.

E’ importante utilizzare limoni di Sicilia per il loro sapore poco acido e gustare così al meglio il sapore vero di questa specialità. 

 

Difficoltà: bassa 
Cottura: 15 minuti
Preparazione: 20 minuti + il tempo di congelamento

Gli ingredienti della granita sono molto semplici:

  • 500 ml di acqua
  • 250 gr di zucchero
  • 500 ml di succo di limone

Preparazione:

– Versare l’acqua in un pentolino, portare a ebollizione e aggiungere lo zucchero. 
– Dopo che lo zucchero si sarà sciolto completamente, spegnere il fuoco e lasciare  raffreddare il composto. 
– Spremete i limoni e filtrate il loro succo e filtratelo con un colino. 
– Versate il succo nella pentola dove si trova l’acqua e lo zucchero. 
– Mescolate molto bene tutto con una frusta. 
– Versare tutto il composto in un contenitore di plastica o metallo e metterlo in freezer. 
– Dopo 30 minuti estraete il composto dal freezer e rimestatelo energicamente per rompere   i cristalli di ghiaccio. Ripetete la stessa operazione ogni mezz’ora per altre due-tre volte, fino ad ottenere la granita al limone della consistenza desiderata. 

Origini della granita siciliana

L’origine della granita è attribuita alla zona della provincia di Messina, al tempo della dominazione degli arabi, che portarono la ricetta dello sherbet, bevanda ghiacciata aromatizzata con succhi di frutta o acque di rose.

Proprio in questo territorio erano presenti cosiddetti “nivaroli”, cioè quei lavoratori che d’inverno raccoglievano la neve sull’Etna, sui monti Peloritani, Iblei o Nebrodi e e conservavano la neve nelle “neviere”, per poi trasportarla sino al mare nei mesi di maggiore arsura.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLimone in musica
Articolo successivoPollo al limone, dalla Cina una ricetta apprezzata in tutto il mondo
ViviLimone.it è il magazine sul Limone di Sicilia, nato per promuovere e tutelare questa frutto prezioso e ricco di utilizzi. Un nuovo modo di vivere il limone, esaltando tipicità, particolari caratteristiche e proprietà benefiche che rendono questo agrume unico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi commenti!
Inserisci il tuo nome