Marmellata di limoni di Sicilia

0
4930

Una marmellata diversa dal solito, un sapore unico da gustare per la tua colazione o per una merenda da ricordare!

Ideale da spalmare su una fetta di pane o per farcire dolci e crostate, questa confettura, grazie al suo sapore fresco e pungente, è una particolare alternativa ai gusti classici. 
La marmellata di limoni si sposa molto bene anche con alimenti salati, accompagnando formaggi dal sapore intenso come pecorino e parmigiano.

Il Femminello siracusano per un gustoso tocco mediterraneo! 

Per realizzare questa ricetta sono stati utilizzati limoni biologici nella varietà del Femminello siracusano, un prodotto siciliano di eccellenza che può vantare il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta), che donano quel tocco tipicamente mediterraneo che fa la differenza!

LEGGI ANCHE: LIMONE SI, MA SICILIANO E’ MEGLIO

Difficoltà: Bassa
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 45 minuti

Ingredienti:

  • 1 kg di limoni Femminello siracusano biologici
  • 700 gr di zucchero
  • acqua qb

Procedimento

  • Lava bene i limoni e tagliali a fette sottili, eliminando i semini.
  • Immergi le fette di limone in una ciotola di acqua fredda, coprire il recipiente con una pellicola e lasciare riposare a temperatura ambiente per circa 24 ore.
  • Successivamente scola le fette di limone e versale in una pentola con abbondante acqua e metti sul fuoco, fino a portarla ad ebollizione.
  • Fai cuocere 5 minuti e scolare tutto, tenendo da parte 350 ml di acqua di cottura.
  • Metti in una pentola le fette di limone bollite, lo zucchero, l’acqua di cottura che avevi messo da parte poco prima e cuocere per circa 40/45 minuti.
  • Quando tutto sarà denso e ben omogeneo è possibile spegnere il fuoco.
  • Se vuoi, se non ti piacciono i “pezzi” di frutta interi, puoi frullare la marmellata.
  • Versa tutto in vasetti in vetro sterilizzati, chiudi bene il coperchio, capovolgeteli e lasciarli raffreddare.
  • Una volta che i vasetti si saranno raffreddati verificate se il sottovuoto è andato a buon fine, non sentendo il classico clic – clac premendo al centro del tappo.

Consigli utili:

  • Per capire quando la marmellata ha raggiungo la cottura ideale, fai una prova con un piattino: versa mezzo cucchiaino di composto e inclinalo. Se la confettura colerà, significa che la marmellata necessita di cuocere ancora, se invece rimarrà soda, sarà pronta.
  • Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa è importante seguire le linee guida del Ministero della Salute, che prevedono una serie di regole fondamentali per una corretta sanificazione dei barattoli e dei contenitori, sulla pastorizzazione e sulle regole di conservazione, per evitare rischi per la salute.

Conservazione:

La marmellata di limoni si conserva per 3 mesi, a condizione che il sottovuoto sia stato fatto correttamente, conservando i vasetti in un luogo fresco e asciutto, al riparo di fonti di calore.
Una volta aperto il vasetto, conservare la marmellata in frigorifero e consumare entro 3/4 giorni.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi commenti!
Inserisci il tuo nome