Alla scoperta del finger lime, il “caviale di limone” che fa impazzire tutti!

0
706

Arriva dall’Australia il finger lime (nome scientifico Microcitrus australasica), un agrume antichissimo che sta avendo solo negli ultimi anni un grandissimo successo a livello mondiale.

Cresce nella zona costiera orientale subtropicale australiana, caratterizzata da un clima dal calore costante, con precipitazioni regolari lungo tutto l’arco dell’anno e una luce filtrata dalle piante sovrastanti.

La pianta di finger lime è un arbusto o un piccolo albero che non supera l’altezza di 6 metri ma spesso rimane più basso sui 4 ai 5 metri con un portamento molto cespuglioso.

Questo agrume si caratterizza per i chicchi piccolissimi e dal sapore particolare che compongono la polpa, che ricordano un misto fra limone e pompelmo.

Nel nostro Paese il finger lime è noto anche con il nome di caviale di limone, proprio per la particolare forma dei suoi chicchi molto somiglianti alle uova di caviale.

I frutti del finger lime, che possono avere un colore esterno che varia dal marrone, al verde e al rosso, hanno forma cilindrica che si assottiglia e diventa leggermente curva alla base, con pelle sottile e leggermente rugosa che prende un aspetto brillante a causa delle numerose piccole ghiandole che contengono l’olio.

Al suo interno si trovano da 3 a 6 lunghe cavità che contengono la parte commestibile del frutto costituita da piccole sfere che assomigliano a piccole “perle” piene di succo.

Queste “perle” assumono vari colori a seconda del grado di maturazione del frutto o della tipologia. Può essere di un bel verde acceso, rosso, fino a nero. 

Proprietà del finger lime 

Questo agrume vanta tante proprietà antisettiche, favorisce la digestione, è rinfrescante e diuretico.

Inoltre, apporta buone quantità di vitamina C, B6, acido folico e potassio. 

Come gustare il finger lime

Il caviale di limone è stato conosciuto dal “grande pubblico” grazie alle ricette di importanti chef stellati che lo hanno utilizzano nelle loro pregiate ricette. 

Nel nostro Paese la passione per il finger lime è scoppiata improvvisamente, dopo uno spot pubblicitario, con protagonista lo chef Carlo Cracco, che ha abbinato il caviale di limone a una patatina. 

Queste sfere saporite esaltano, in particolare, il sapore del pesce: si sposano perfettamente ai cruditè, al salmone ed ai crostacei, ma non solo. Infatti, ci sono delle ricette 

Le varietà del finger lime*

Ecco una carrellata delle cultivar di finger lime in Australia.

Finger lime cultivar “Colette”.

Coltivare il finger lime varietà “Colette” significa coltivare il finger lime che è stato valutato come “superiore” da numerosi chef.
Dal sapore molto aromatico questa cultivar è ottima per guarnire i piatti con la sua pelle nera e lucida e le sue piccole vescicole cariche di succo di un bel colore verde.

Finger lime cultivar “Tasty Green”

Un finger lime lungo e verde molto somigliante a un cetriolo.
La sua stagione di maturazione si prolunga e il suo succo è meno acido di quello delle altre varietà di finger lime.
Le sue vescicole ricche di succo assomigliano, a causa del loro colore chiaro, alle uova di caviale e forniscono una gradita e golosa sorpresa in condimenti per insalate.

Finger lime Ricks Red

Questa varietà porta frutta con la buccia di un colore rosso che tende al marrone mentre i suoi succosi chicchi hanno un bel colore rosso vivo che assomiglia alle uova di caviale.
Come guarnizione per i piatti a base di pesce risultano molto ornamentali.
La coltivazione del finger lime Ricks Red è possibile anche in vaso perché ha un aspetto cespuglioso e non è una pianta alta.

Finger lime “Yellow”

Coltivare il finger lime non significa solo avere dei frutti che si possono consumare freschi ma è possibile anche usare il loro aromatico succo per marmellate e bibite gustose e vitaminiche.
Certe varietà si prestano più di altre per il consumo fresco mentre invece alcune sono coltivate principalmente per impiegare i loro frutti per confetture, marmellate e bevande dissetanti.
E’ questo il caso di questa cultivar con pelle e chicchi di un bel colore giallo.
I chicchi grossi e pieni di succo piuttosto acido di questa varietà sono particolarmente adatti non tanto per essere gustati freschi ma per essere trasformati.

*(tratto da www.gliagrumi.it)

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteProprietà del limone
Articolo successivoLa tecnica della “forzatura” dei limoni
ViviLimone.it è il magazine sul Limone di Sicilia, nato per promuovere e tutelare questa frutto prezioso e ricco di utilizzi. Un nuovo modo di vivere il limone, esaltando tipicità, particolari caratteristiche e proprietà benefiche che rendono questo agrume unico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi commenti!
Inserisci il tuo nome